Centro Assistenza SlimPay

Mandato: autorizzazione all’addebito diretto

Introduzione

Questo mandato è l’autorizzazione concessa dal debitore (cliente) al creditore per raccogliere i pagamenti futuri sul conto corrente.   

Prima della migrazione allo schema SEPA, la gestione del mandato era sotto responsabilità delle banche. Uno dei principali cambiamenti introdotti dal regolamento SEPA riguarda il passaggio della responsabilità della gestione del mandato: ora spetta al creditore (commerciante)  occuparsi di tutto ciò che riguarda la gestione dei mandati: gestione dei mandati degli utenti, digitalizzazione, archiviazione dinamica, numero di riferimento unico, ecc.

Tipi di mandato

Esistono 2 tipi di mandati :

  • Mandato cartaceo
  • Mandato elettronico, o e-mandato

 

Il mandato cartaceo è il mandato tradizionale, visualizzazione di informazioni obbligatorie e firma del cliente. Poiché le transazioni di addebito diretto devono essere documentate e identificate con le informazioni sul mandato, il creditore deve trasferire le informazioni stampate del documento di mandato in un formato elettronico per elaborare le transazioni bancarie

Inoltre, dal momento che il mandato é prova del consenso del debitore, deve essere conservato in modo sicuro e potrebbe risultare necessario in caso di controversia o richiesta da parte della banca. Ciò potrebbe richiedere una forte infrastruttura, che potrebbe essere costosa da mantenere.

L’e-mandato è una forma di mandato elettronico. Questo mandato elettronico deve essere correttamente elaborato per essere giuridicamente vincolante e applicabile in caso di controversia.

Il modo migliore per elaborare i mandati risiede in un approccio di 3 fasi:

 

Cosa rende valido un e-mandato per accredito diretto SEPA?

  • Una firma elettronica avanzata* (o superiore) rende un mandato valido, essendo conforme ai severi requisiti di autenticazione del cliente.

  • Solo una firma elettronica qualificata ha lo stesso effetto giuridico di una firma autografa.

  • Un certo insieme di attributi obbligatori* (vedi il prossimo paragrafo o direttamente The SEPA Direct Debit Core Rule-book)

 

*Avanzato e Qualificato sono due livelli di firme elettroniche riconosciute da Regolamento Europea 2014/910 Art3(10)(11)&(12).

 

Quali informazioni sono obbligatorie per un mandato?

Perché un mandato sia valido, alcune informazioni sono necessarie, come:

  • Codice identificativo univoco del mandato (UMR)*

*È un riferimento di 35 caratteri che puoi creare. Se non lo crei, SlimPay ne genererà uno. Hai anche la possibilità di impostare un prefisso.

  • Nome del Debitore

  • IBAN del Debitore

  • Dettagli Creditore (il commerciante)
  • Identificativo del Creditore (SlimPay può aiutarti ad ottenerne uno, maggiori informazioni qui)  
  • Tipo di pagamento (unico o ricorrente)
  • Giorno di firma
  • Firma elettronica

Quali sono i diversi status di un mandato?

A seguire i potenziali status associati a un mandato nella Dashboard di SlimPay.

 

DASHBOARD V.1

Visibile nella sezione Gestione mandati, nella sezione “ firme in sospeso”

Creati

La firma in sospeso é stata:

  • Creata
  • Inviata al cliente via email

L’utente può modificare/ rinviare nuovamente la richiesta di firma in sospeso o di annullarla .

Firmati

La firma in sospeso è stata:

  • Creata
  • Inviata al cliente via email
  • La firma è andata a buon fine

Ora, il commerciante possiede un valido mandato per addebitare il cliente.

Cancellati

Una firma sospesa è stata:

  • Cancellata dal utente Back Office
  • O qualcosa è andato storto durante il processo (es. L’utente è uscito dalla pagina di pagamento prima di concludere il processo di pagamento).

DASHBOARD

Visibile alla sezione Autorizzazioni, nella sezione Mandati

In attesa del UMR*

Un mandato è creato senza l’UMR (Referente Unico del Mandato) che verrà aggiunto successivamente

Attivi

Un mandato è “attivo”  se firmato con successo

Revocati

Un mandato è “revocato” se:

  • Il consumatore ha richiesto la sospensione del mandato
  • Il commerciante ha richiesto la sospensione del mandato. Ciò blocca qualsiasi pagamento futuro collegato al mandato revocato

Scaduti

Un mandato scade nel momento in cui nessun pagamento è stato effettuato nel arco di 36 mesi (dal ultimo SDD).

Ogni pagamento futuro è bloccato.

 

FAQ:

Devo inviare il mandato firmato al debitore?

Non è obbligatorio, ma è una buona pratica. Dal punto di vista legale, vi è solo l’obbligo di inviare il codice identificativo univoco del mandato (UMR), il giorno della firma e il nome del creditore. SlimPay può configurare un’e-mail di notifica: il debitore riceverà automaticamente una copia del mandato firmato.

Cosa posso modificare una volta firmato il Mandato?  

Una volta firmato il mandato, solo l’IBAN del debitore può essere modificato. Se si desidera modificare altre informazioni è necessario procedere alla revoca del mandato e proseguire alla firma di un nuovo mandato.

NB: Le nuove informazioni bancarie non saranno visibili sul mandato.

Quando devo revocare il mandato?

Puoi revocare il mandato ma non é necessario se il cliente in questione non é più un vostro cliente, non ci saranno addebiti diretti su quel mandato. Tuttavia, se il cliente acquista nuovamente prima di 36 mesi, é possibile utilizzare lo stesso mandato. Infatti, un mandato é valido 36 mesi , di conseguenza se il debitore ha debiti regolari, questo rimarrà valido. Se non vuoi mai utilizzarlo per un addebito diretto, puoi revocarlo.

Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 0 su 0